Mi piacerebbe…

Mi piacerebbe…
  • 23
  • 2
  •  
  •  
  • 11
  •  

Mi piacerebbe prenotare un viaggio in aereo con una semplice chiamata vocale, mentre il mio smartphone mi seleziona automaticamente il volo migliore, un solo scalo e un prezzo competitivo.

Mi piacerebbe condividere il mio progetto di viaggio con un gruppo di amici, semplicemente postando tutti i dati del mio itinerario con un click.

Mi piacerebbe prenotare un b&b tramite un’app che individui tutte le mie esigenze e mi collochi nel posto più gradito a un prezzo vantaggioso: una baita con legna scoppiettante in un caminetto sempre acceso in inverno; una villa al mare con giardino verdeggiante e una zampillante fontana in estate.

Mi piacerebbe trovare una navetta subito pronta al mio sbarco all’aeroporto, quando arrivo con due valigie in mano e due bambini nell’altra…

Mi piacerebbe trovare nella bacheca del mio b&b una serie di itinerari accattivanti (arte, natura, sport) da percorrere giornalmente.

Mi piacerebbe avere una colazione gustosa con i prodotti tipici del posto, really slow food.

Mi piacerebbe avere la pronta disponibilità di tutti i biglietti dei musei che vorrei visitare, senza effettuare neanche una fila.

Mi piacerebbe trovare nel mio b&b una lavatrice e una lavastoviglie con tutti i detersivi a disposizione; una cucina fornita di tutte le spezie utili per cucinare da me, quando occorre.

Mi piacerebbe aprire il frigo e trovare la mia birra preferita.

Mi piacerebbe entrare in un negozio di abbigliamento senza la commessa che mi perseguiti per sapere cosa desidero e non dover rispondere sempre “ci sto pensando, grazie.” Perché esisterà il momento buono per chiederti di cosa hai bisogno e quel momento il negoziante o il commesso non lo indovinano quasi mai.

Mi piacerebbe stendere il mio asciugamani su una spiaggia pulitissima, potendo affondare le mani nella sabbia liberamente senza il timore di trovare corpi estranei…

Mi piacerebbe tuffarmi in un mare cristallino, senza aspettare che la risacca porti via le scorie in sospensione…

Mi piacerebbe che, insieme all’ombrellone e alla sdraio, il lido mi offrisse anche una limonata fresca con un ciuffetto di menta.

Mi piacerebbe che la sera, quando delle sapienti mani mi sciolgono la muscolatura irrigidita dai chilometri percorsi, la massaggiatrice mi parli di quello che sta succedendo nel mondo mentre io sono assente.

Mi piacerebbe noleggiare un’auto con il pieno e riportarla con il serbatoio vuoto.

Mi piacerebbe che almeno ai miei bimbi venissero offerti sempre prodotti bio quando siamo fuori casa.

Mi piacerebbe trovare dei libri di fiabe da leggere ai bimbi anche sugli aerei di linea e i treni e i traghetti.

Mi piacerebbe guardare le rose del giardino del mio b&b appena affittato e pensare di essere a casa mia.

E anche se tutto questo potrebbe sembrare fantascienza, soprattutto in Italia, metterlo in atto significherebbe decuplicare il grado di soddisfazione del cliente, aumentare esponenzialmente le possibilità che ritorni, che continui ad usufruire del servizio, che passi la parola e promuova la tua attività a spese zero, che diventi un pilastro della tua azienda, che divulghi la tua filosofia aziendale.

Il marketing è anche quello che vogliamo, che siamo, quel piccolo sforzo che vorremmo che gli altri  facessero per noi.


 

Dario De Pasquale

Web marketing manager, certificato Google© e Apple©, padre e copywriter, marito e blogger, aiuto le aziende ad essere più digitali. Contattami: dario@sikelia.com

Post correlati

Scopri di più x